Soldo Notizie

Soldo è tra i vincitori di UK Technology Fast 50™ di Deloitte per il secondo anno consecutivo

18 Novembre 2022   |   13 min

Siamo lieti di annunciare che Soldo è tra i vincitori di UK Technology Fast 50™ di Deloitte per il secondo anno consecutivo. Siamo orgogliosi di aver raggiunto la 35esima posizione della Top 50, all’interno di una classifica che ha premiato aziende leader del settore come Multiverse, Moneybox e Cera.

Giunto alla sua ventiseiesima edizione, Fast 50™ di Deloitte è uno dei riconoscimenti più importanti del settore tecnologico nel Regno Unito, e ogni anno seleziona le aziende più innovative classificandole in base alla crescita dei ricavi degli ultimi quattro anni.

Mentre le aziende di tutta Europa continuano ad affrontare l’aumento dei prezzi e dei tassi di interesse, stiamo lavorando duramente per aiutarle a ottenere visibilità e controllo sulle loro spese aziendali. Il nostro team di persone talentuose e brillanti ha lavorato senza sosta anche durante la pandemia e continua a dare il massimo ogni giorno. Siamo orgogliosi degli obiettivi raggiunti e questo premio testimonia il loro lavoro di squadra e la loro passione e per questo non smetteremo mai di ringraziarli.

E, naturalmente, un grande ringraziamento va anche ai nostri clienti. Gli ultimi anni non sono stati semplici e speriamo di essere stati in grado di aiutarli a navigare in tempi imprevedibili. Tenere traccia delle spese aziendali è più importante che mai e siamo qui per aiutare le aziende a risparmiare tempo e denaro, in modo che possano concentrarsi su un lavoro di alto valore che le aiuti a raggiungere i loro obiettivi.

Continuiamo a guardare al futuro. Stiamo lavorando per migliorare i prodotti e i servizi che offriamo e far crescere il nostro team. Ogni anno, circa 30 miliardi di euro vengono persi per controlli delle spese inadeguati – la piattaforma di automazione delle spese Soldo consente al tuo reparto amministrativo di mantenere il massimo controllo e visibilità sulle finanze e dedicare più tempo ad attività più strategiche per la crescita aziendale.

Questo è il momento ideale per unirsi a noi e crescere insieme. Per continuare a potenziare i nostri servizi e fare sempre del nostro meglio, siamo alla ricerca di nuovi talenti in diversi settori, dai designer e sviluppatori di software ai responsabili di prodotto e customer care. Se vuoi lavorare con noi e percorrere con noi ulteriori passi verso il futuro, contattaci subito!

Articoli correlati

Cominciamo?

Una delle caratteristiche della nostra piattaforma è la flessibilità. Scopri subito la differenza che può fare per il tuo lavoro.

Soldo Notizie, Gestione Spese

Come semplificare la gestione degli abbonamenti (seconda parte)

17 Novembre 2022   |   13 min

CFO using Soldo

Come già illustrato nella prima parte di questa guida, l’utilizzo da parte di un’azienda di servizi in abbonamento (in particolare SaaS, Software as a Service) è ormai sempre più popolare, dal momento che questi strumenti consentono alle aziende di supportare in modo sicuro le loro attività produttive.

Sebbene l’utilizzo di prodotti SaaS apporti numerosi vantaggi nella gestione delle operazioni lavorative, gli aspetti negativi e le problematiche che impattano maggiormente la gestione delle spese legate a tali attività sono la mancanza di controllo e di visibilità.

Approfondiamo dunque il modo in cui i team finanziari possono utilizzare una piattaforma di gestione spese come Soldo per creare diverse tipologie di wallet (ovvero portafogli digitali dedicati alle spese per abbonamenti):

  • un singolo wallet di gestione degli abbonamenti
  • wallet separati dedicati a ciascun abbonamento, secondo i diversi budget dipartimentali

Quest’ultima opzione fornisce un livello di visibilità più granulare, maggiormente adatto ad organizzazioni più grandi o più complesse.

L’applicazione di uno di questi due approcci consente ai dipendenti di completare gli acquisti degli abbonamenti necessari all’attività dell’azienda (ad esempio, sistemi CRM, di contabilità o marketing). Allo stesso tempo, consente ai CFO di ottenere una migliore visibilità su tutte le transazioni effettuate e ottimizzare le spese.

Come creare un singolo wallet per abbonamenti

L’utilizzo di un software di gestione delle spese è un modo efficiente per creare un portafoglio dedicato alla gestione degli abbonamenti, soprattutto nel caso di piccole e medie imprese con strutture più semplici in cui un solo team (ad esempio il reparto IT) gestisce tutti gli abbonamenti aziendali.

Per attivare un wallet per abbonamenti è necessario:

  1. Creare un centro spese abbonamenti all’interno del tuo software di gestione delle spese per creare un fondo dedicato a questo scopo.
  2. Depositare denaro nel centro spese abbonamenti, manualmente o tramite trasferimenti automatici. Ad esempio, è possibile attivare un’opzione che permetta di trasferire ricariche automatiche una volta che i fondi a disposizione siano inferiori di una determinata somma o li riaddebitino ogni mese in una data prestabilita. Questo approccio consentirà di effettuare tutte le transazioni necessarie, riducendo al minimo il rischio di fondi insufficienti per effettuare un acquisto, così come spese oltre il budget o non preventivate.
  3. Creare e assegnare carte fisiche o virtuali (le carte virtuali sono più semplici da assegnare ai lavoratori in Smart working e riducono il rischio che queste vengano perse o sottratte). C’è anche la possibilità di creare carte non nominative, identificate da una parola, un numero o un codice invece che dal nome di un assegnatario specifico. Le carte non nominative sono facili da riassegnare a persone diverse nel momento in cui l’assegnatario iniziale lasci l’azienda, il che riduce al minimo il rischio che una carta sia assegnata ad un dipendente che non fa più parte del team.
  4. Collegare le carte virtuali e fisiche al centro spese abbonamenti sulla web console Soldo.
  5. Assegnare le carte per scopi specifici e abbonamenti software per un ulteriore livello di controllo e visibilità. Ad esempio, le carte possono essere create esclusivamente per piattaforme quali Salesforce e Oracle. Ciò rende più facile per i team finanziari identificare quanto viene speso per i singoli fornitori e aggiungere ricariche automatiche e limiti di spesa in linea con la loro attività prevista.

Come creare wallet riservati dedicati agli abbonamenti

I wallet riservati sono adatti alle aziende più grandi con un approccio più complesso al budget, in particolare quello basato su linee guida dipartimentali. Ad esempio, i budget di reparto possono essere costituiti da una suddivisione delle categorie di spesa, anziché da un valore impostato per tutte le transazioni.

Per attivare più wallet riservati è necessario:

  1. Creare un centro di spesa per il budget complessivo di ogni reparto.
  2. Depositare i fondi manualmente o automaticamente nel centro spese di ciascun dipartimento.
  3. Creare carte virtuali non nominative per ogni reparto e assegnarle al loro wallet principale.
  4. Impostare regole e notifiche di saldo minimo per le carte dedicate agli abbonamenti dipartimentali in modo che vengano ricaricate automaticamente in una data prestabilita o quando i fondi a disposizione siano inferiori a una determinata somma.
  5. Per un controllo e una visibilità maggiori, assegna le carte virtuali non nominative a fornitori specifici e collegale ai centri di spesa dipartimentali.

Assumi il controllo della gestione degli abbonamenti con Soldo

Con la popolarità degli abbonamenti destinata ad aumentare ulteriormente, le aziende devono implementare una strategia di gestione delle sottoscrizioni per controllare la spesa e fornire ai team finanziari l’accesso ai dati in tempo reale.

Grazie alla funzione Abbonamenti disponibile all’interno della piattaforma Soldo, puoi accedere ai pagamenti in tempo reale e tenere traccia di tutti gli abbonamenti e inserzioni online attive tramite una visione centralizzata delle spese, comprese quelle divise per gestore.

La flessibilità di Soldo consente alle aziende, dalle start-up alle grandi imprese, di mettere in atto soluzioni di gestione degli abbonamenti su misura per soddisfare le esigenze del business e per ridurre la burocrazia e l’attrito tra i team finanziari e altri dipartimenti.

Articoli correlati

Soldo Notizie, Gestione Spese, Aggiornamenti di prodotto, Soldo Notizie

Tutto quello che c’è da sapere sui nostri nuovi piani

16 Novembre 2022   |   13 min

CFO using Soldo

Come già illustrato nella prima parte di questa guida, l’utilizzo da parte di un’azienda di servizi in abbonamento (in particolare SaaS, Software as a Service) è ormai sempre più popolare, dal momento che questi strumenti consentono alle aziende di supportare in modo sicuro le loro attività produttive.

Sebbene l’utilizzo di prodotti SaaS apporti numerosi vantaggi nella gestione delle operazioni lavorative, gli aspetti negativi e le problematiche che impattano maggiormente la gestione delle spese legate a tali attività sono la mancanza di controllo e di visibilità.

Approfondiamo dunque il modo in cui i team finanziari possono utilizzare una piattaforma di gestione spese come Soldo per creare diverse tipologie di wallet (ovvero portafogli digitali dedicati alle spese per abbonamenti):

  • un singolo wallet di gestione degli abbonamenti
  • wallet separati dedicati a ciascun abbonamento, secondo i diversi budget dipartimentali

Quest’ultima opzione fornisce un livello di visibilità più granulare, maggiormente adatto ad organizzazioni più grandi o più complesse.

L’applicazione di uno di questi due approcci consente ai dipendenti di completare gli acquisti degli abbonamenti necessari all’attività dell’azienda (ad esempio, sistemi CRM, di contabilità o marketing). Allo stesso tempo, consente ai CFO di ottenere una migliore visibilità su tutte le transazioni effettuate e ottimizzare le spese.

Come creare un singolo wallet per abbonamenti

L’utilizzo di un software di gestione delle spese è un modo efficiente per creare un portafoglio dedicato alla gestione degli abbonamenti, soprattutto nel caso di piccole e medie imprese con strutture più semplici in cui un solo team (ad esempio il reparto IT) gestisce tutti gli abbonamenti aziendali.

Per attivare un wallet per abbonamenti è necessario:

  1. Creare un centro spese abbonamenti all’interno del tuo software di gestione delle spese per creare un fondo dedicato a questo scopo.
  2. Depositare denaro nel centro spese abbonamenti, manualmente o tramite trasferimenti automatici. Ad esempio, è possibile attivare un’opzione che permetta di trasferire ricariche automatiche una volta che i fondi a disposizione siano inferiori di una determinata somma o li riaddebitino ogni mese in una data prestabilita. Questo approccio consentirà di effettuare tutte le transazioni necessarie, riducendo al minimo il rischio di fondi insufficienti per effettuare un acquisto, così come spese oltre il budget o non preventivate.
  3. Creare e assegnare carte fisiche o virtuali (le carte virtuali sono più semplici da assegnare ai lavoratori in Smart working e riducono il rischio che queste vengano perse o sottratte). C’è anche la possibilità di creare carte non nominative, identificate da una parola, un numero o un codice invece che dal nome di un assegnatario specifico. Le carte non nominative sono facili da riassegnare a persone diverse nel momento in cui l’assegnatario iniziale lasci l’azienda, il che riduce al minimo il rischio che una carta sia assegnata ad un dipendente che non fa più parte del team.
  4. Collegare le carte virtuali e fisiche al centro spese abbonamenti sulla web console Soldo.
  5. Assegnare le carte per scopi specifici e abbonamenti software per un ulteriore livello di controllo e visibilità. Ad esempio, le carte possono essere create esclusivamente per piattaforme quali Salesforce e Oracle. Ciò rende più facile per i team finanziari identificare quanto viene speso per i singoli fornitori e aggiungere ricariche automatiche e limiti di spesa in linea con la loro attività prevista.

Come creare wallet riservati dedicati agli abbonamenti

I wallet riservati sono adatti alle aziende più grandi con un approccio più complesso al budget, in particolare quello basato su linee guida dipartimentali. Ad esempio, i budget di reparto possono essere costituiti da una suddivisione delle categorie di spesa, anziché da un valore impostato per tutte le transazioni.

Per attivare più wallet riservati è necessario:

  1. Creare un centro di spesa per il budget complessivo di ogni reparto.
  2. Depositare i fondi manualmente o automaticamente nel centro spese di ciascun dipartimento.
  3. Creare carte virtuali non nominative per ogni reparto e assegnarle al loro wallet principale.
  4. Impostare regole e notifiche di saldo minimo per le carte dedicate agli abbonamenti dipartimentali in modo che vengano ricaricate automaticamente in una data prestabilita o quando i fondi a disposizione siano inferiori a una determinata somma.
  5. Per un controllo e una visibilità maggiori, assegna le carte virtuali non nominative a fornitori specifici e collegale ai centri di spesa dipartimentali.

Assumi il controllo della gestione degli abbonamenti con Soldo

Con la popolarità degli abbonamenti destinata ad aumentare ulteriormente, le aziende devono implementare una strategia di gestione delle sottoscrizioni per controllare la spesa e fornire ai team finanziari l’accesso ai dati in tempo reale.

Grazie alla funzione Abbonamenti disponibile all’interno della piattaforma Soldo, puoi accedere ai pagamenti in tempo reale e tenere traccia di tutti gli abbonamenti e inserzioni online attive tramite una visione centralizzata delle spese, comprese quelle divise per gestore.

La flessibilità di Soldo consente alle aziende, dalle start-up alle grandi imprese, di mettere in atto soluzioni di gestione degli abbonamenti su misura per soddisfare le esigenze del business e per ridurre la burocrazia e l’attrito tra i team finanziari e altri dipartimenti.

Articoli correlati

Soldo Notizie, Gestione Spese, Aggiornamenti di prodotto, Soldo Notizie, Gestione Spese

Come monitorare gli annunci online con l’aiuto di carte virtuali 

9 Novembre 2022   |   13 min

CFO using Soldo

Come già illustrato nella prima parte di questa guida, l’utilizzo da parte di un’azienda di servizi in abbonamento (in particolare SaaS, Software as a Service) è ormai sempre più popolare, dal momento che questi strumenti consentono alle aziende di supportare in modo sicuro le loro attività produttive.

Sebbene l’utilizzo di prodotti SaaS apporti numerosi vantaggi nella gestione delle operazioni lavorative, gli aspetti negativi e le problematiche che impattano maggiormente la gestione delle spese legate a tali attività sono la mancanza di controllo e di visibilità.

Approfondiamo dunque il modo in cui i team finanziari possono utilizzare una piattaforma di gestione spese come Soldo per creare diverse tipologie di wallet (ovvero portafogli digitali dedicati alle spese per abbonamenti):

  • un singolo wallet di gestione degli abbonamenti
  • wallet separati dedicati a ciascun abbonamento, secondo i diversi budget dipartimentali

Quest’ultima opzione fornisce un livello di visibilità più granulare, maggiormente adatto ad organizzazioni più grandi o più complesse.

L’applicazione di uno di questi due approcci consente ai dipendenti di completare gli acquisti degli abbonamenti necessari all’attività dell’azienda (ad esempio, sistemi CRM, di contabilità o marketing). Allo stesso tempo, consente ai CFO di ottenere una migliore visibilità su tutte le transazioni effettuate e ottimizzare le spese.

Come creare un singolo wallet per abbonamenti

L’utilizzo di un software di gestione delle spese è un modo efficiente per creare un portafoglio dedicato alla gestione degli abbonamenti, soprattutto nel caso di piccole e medie imprese con strutture più semplici in cui un solo team (ad esempio il reparto IT) gestisce tutti gli abbonamenti aziendali.

Per attivare un wallet per abbonamenti è necessario:

  1. Creare un centro spese abbonamenti all’interno del tuo software di gestione delle spese per creare un fondo dedicato a questo scopo.
  2. Depositare denaro nel centro spese abbonamenti, manualmente o tramite trasferimenti automatici. Ad esempio, è possibile attivare un’opzione che permetta di trasferire ricariche automatiche una volta che i fondi a disposizione siano inferiori di una determinata somma o li riaddebitino ogni mese in una data prestabilita. Questo approccio consentirà di effettuare tutte le transazioni necessarie, riducendo al minimo il rischio di fondi insufficienti per effettuare un acquisto, così come spese oltre il budget o non preventivate.
  3. Creare e assegnare carte fisiche o virtuali (le carte virtuali sono più semplici da assegnare ai lavoratori in Smart working e riducono il rischio che queste vengano perse o sottratte). C’è anche la possibilità di creare carte non nominative, identificate da una parola, un numero o un codice invece che dal nome di un assegnatario specifico. Le carte non nominative sono facili da riassegnare a persone diverse nel momento in cui l’assegnatario iniziale lasci l’azienda, il che riduce al minimo il rischio che una carta sia assegnata ad un dipendente che non fa più parte del team.
  4. Collegare le carte virtuali e fisiche al centro spese abbonamenti sulla web console Soldo.
  5. Assegnare le carte per scopi specifici e abbonamenti software per un ulteriore livello di controllo e visibilità. Ad esempio, le carte possono essere create esclusivamente per piattaforme quali Salesforce e Oracle. Ciò rende più facile per i team finanziari identificare quanto viene speso per i singoli fornitori e aggiungere ricariche automatiche e limiti di spesa in linea con la loro attività prevista.

Come creare wallet riservati dedicati agli abbonamenti

I wallet riservati sono adatti alle aziende più grandi con un approccio più complesso al budget, in particolare quello basato su linee guida dipartimentali. Ad esempio, i budget di reparto possono essere costituiti da una suddivisione delle categorie di spesa, anziché da un valore impostato per tutte le transazioni.

Per attivare più wallet riservati è necessario:

  1. Creare un centro di spesa per il budget complessivo di ogni reparto.
  2. Depositare i fondi manualmente o automaticamente nel centro spese di ciascun dipartimento.
  3. Creare carte virtuali non nominative per ogni reparto e assegnarle al loro wallet principale.
  4. Impostare regole e notifiche di saldo minimo per le carte dedicate agli abbonamenti dipartimentali in modo che vengano ricaricate automaticamente in una data prestabilita o quando i fondi a disposizione siano inferiori a una determinata somma.
  5. Per un controllo e una visibilità maggiori, assegna le carte virtuali non nominative a fornitori specifici e collegale ai centri di spesa dipartimentali.

Assumi il controllo della gestione degli abbonamenti con Soldo

Con la popolarità degli abbonamenti destinata ad aumentare ulteriormente, le aziende devono implementare una strategia di gestione delle sottoscrizioni per controllare la spesa e fornire ai team finanziari l’accesso ai dati in tempo reale.

Grazie alla funzione Abbonamenti disponibile all’interno della piattaforma Soldo, puoi accedere ai pagamenti in tempo reale e tenere traccia di tutti gli abbonamenti e inserzioni online attive tramite una visione centralizzata delle spese, comprese quelle divise per gestore.

La flessibilità di Soldo consente alle aziende, dalle start-up alle grandi imprese, di mettere in atto soluzioni di gestione degli abbonamenti su misura per soddisfare le esigenze del business e per ridurre la burocrazia e l’attrito tra i team finanziari e altri dipartimenti.

Articoli correlati

Soldo Notizie, Gestione Spese, Aggiornamenti di prodotto, Soldo Notizie, Gestione Spese, Gestione Spese

4 esempi per capire i vantaggi dell’automazione finanziaria

3 Novembre 2022   |   13 min

CFO using Soldo

Come già illustrato nella prima parte di questa guida, l’utilizzo da parte di un’azienda di servizi in abbonamento (in particolare SaaS, Software as a Service) è ormai sempre più popolare, dal momento che questi strumenti consentono alle aziende di supportare in modo sicuro le loro attività produttive.

Sebbene l’utilizzo di prodotti SaaS apporti numerosi vantaggi nella gestione delle operazioni lavorative, gli aspetti negativi e le problematiche che impattano maggiormente la gestione delle spese legate a tali attività sono la mancanza di controllo e di visibilità.

Approfondiamo dunque il modo in cui i team finanziari possono utilizzare una piattaforma di gestione spese come Soldo per creare diverse tipologie di wallet (ovvero portafogli digitali dedicati alle spese per abbonamenti):

  • un singolo wallet di gestione degli abbonamenti
  • wallet separati dedicati a ciascun abbonamento, secondo i diversi budget dipartimentali

Quest’ultima opzione fornisce un livello di visibilità più granulare, maggiormente adatto ad organizzazioni più grandi o più complesse.

L’applicazione di uno di questi due approcci consente ai dipendenti di completare gli acquisti degli abbonamenti necessari all’attività dell’azienda (ad esempio, sistemi CRM, di contabilità o marketing). Allo stesso tempo, consente ai CFO di ottenere una migliore visibilità su tutte le transazioni effettuate e ottimizzare le spese.

Come creare un singolo wallet per abbonamenti

L’utilizzo di un software di gestione delle spese è un modo efficiente per creare un portafoglio dedicato alla gestione degli abbonamenti, soprattutto nel caso di piccole e medie imprese con strutture più semplici in cui un solo team (ad esempio il reparto IT) gestisce tutti gli abbonamenti aziendali.

Per attivare un wallet per abbonamenti è necessario:

  1. Creare un centro spese abbonamenti all’interno del tuo software di gestione delle spese per creare un fondo dedicato a questo scopo.
  2. Depositare denaro nel centro spese abbonamenti, manualmente o tramite trasferimenti automatici. Ad esempio, è possibile attivare un’opzione che permetta di trasferire ricariche automatiche una volta che i fondi a disposizione siano inferiori di una determinata somma o li riaddebitino ogni mese in una data prestabilita. Questo approccio consentirà di effettuare tutte le transazioni necessarie, riducendo al minimo il rischio di fondi insufficienti per effettuare un acquisto, così come spese oltre il budget o non preventivate.
  3. Creare e assegnare carte fisiche o virtuali (le carte virtuali sono più semplici da assegnare ai lavoratori in Smart working e riducono il rischio che queste vengano perse o sottratte). C’è anche la possibilità di creare carte non nominative, identificate da una parola, un numero o un codice invece che dal nome di un assegnatario specifico. Le carte non nominative sono facili da riassegnare a persone diverse nel momento in cui l’assegnatario iniziale lasci l’azienda, il che riduce al minimo il rischio che una carta sia assegnata ad un dipendente che non fa più parte del team.
  4. Collegare le carte virtuali e fisiche al centro spese abbonamenti sulla web console Soldo.
  5. Assegnare le carte per scopi specifici e abbonamenti software per un ulteriore livello di controllo e visibilità. Ad esempio, le carte possono essere create esclusivamente per piattaforme quali Salesforce e Oracle. Ciò rende più facile per i team finanziari identificare quanto viene speso per i singoli fornitori e aggiungere ricariche automatiche e limiti di spesa in linea con la loro attività prevista.

Come creare wallet riservati dedicati agli abbonamenti

I wallet riservati sono adatti alle aziende più grandi con un approccio più complesso al budget, in particolare quello basato su linee guida dipartimentali. Ad esempio, i budget di reparto possono essere costituiti da una suddivisione delle categorie di spesa, anziché da un valore impostato per tutte le transazioni.

Per attivare più wallet riservati è necessario:

  1. Creare un centro di spesa per il budget complessivo di ogni reparto.
  2. Depositare i fondi manualmente o automaticamente nel centro spese di ciascun dipartimento.
  3. Creare carte virtuali non nominative per ogni reparto e assegnarle al loro wallet principale.
  4. Impostare regole e notifiche di saldo minimo per le carte dedicate agli abbonamenti dipartimentali in modo che vengano ricaricate automaticamente in una data prestabilita o quando i fondi a disposizione siano inferiori a una determinata somma.
  5. Per un controllo e una visibilità maggiori, assegna le carte virtuali non nominative a fornitori specifici e collegale ai centri di spesa dipartimentali.

Assumi il controllo della gestione degli abbonamenti con Soldo

Con la popolarità degli abbonamenti destinata ad aumentare ulteriormente, le aziende devono implementare una strategia di gestione delle sottoscrizioni per controllare la spesa e fornire ai team finanziari l’accesso ai dati in tempo reale.

Grazie alla funzione Abbonamenti disponibile all’interno della piattaforma Soldo, puoi accedere ai pagamenti in tempo reale e tenere traccia di tutti gli abbonamenti e inserzioni online attive tramite una visione centralizzata delle spese, comprese quelle divise per gestore.

La flessibilità di Soldo consente alle aziende, dalle start-up alle grandi imprese, di mettere in atto soluzioni di gestione degli abbonamenti su misura per soddisfare le esigenze del business e per ridurre la burocrazia e l’attrito tra i team finanziari e altri dipartimenti.

Articoli correlati

Soldo Notizie, Gestione Spese, Aggiornamenti di prodotto, Soldo Notizie, Gestione Spese, Gestione Spese, Gestione Spese

5 modi per gestire facilmente i rimborsi spese   

31 Ottobre 2022   |   13 min

CFO using Soldo

Come già illustrato nella prima parte di questa guida, l’utilizzo da parte di un’azienda di servizi in abbonamento (in particolare SaaS, Software as a Service) è ormai sempre più popolare, dal momento che questi strumenti consentono alle aziende di supportare in modo sicuro le loro attività produttive.

Sebbene l’utilizzo di prodotti SaaS apporti numerosi vantaggi nella gestione delle operazioni lavorative, gli aspetti negativi e le problematiche che impattano maggiormente la gestione delle spese legate a tali attività sono la mancanza di controllo e di visibilità.

Approfondiamo dunque il modo in cui i team finanziari possono utilizzare una piattaforma di gestione spese come Soldo per creare diverse tipologie di wallet (ovvero portafogli digitali dedicati alle spese per abbonamenti):

  • un singolo wallet di gestione degli abbonamenti
  • wallet separati dedicati a ciascun abbonamento, secondo i diversi budget dipartimentali

Quest’ultima opzione fornisce un livello di visibilità più granulare, maggiormente adatto ad organizzazioni più grandi o più complesse.

L’applicazione di uno di questi due approcci consente ai dipendenti di completare gli acquisti degli abbonamenti necessari all’attività dell’azienda (ad esempio, sistemi CRM, di contabilità o marketing). Allo stesso tempo, consente ai CFO di ottenere una migliore visibilità su tutte le transazioni effettuate e ottimizzare le spese.

Come creare un singolo wallet per abbonamenti

L’utilizzo di un software di gestione delle spese è un modo efficiente per creare un portafoglio dedicato alla gestione degli abbonamenti, soprattutto nel caso di piccole e medie imprese con strutture più semplici in cui un solo team (ad esempio il reparto IT) gestisce tutti gli abbonamenti aziendali.

Per attivare un wallet per abbonamenti è necessario:

  1. Creare un centro spese abbonamenti all’interno del tuo software di gestione delle spese per creare un fondo dedicato a questo scopo.
  2. Depositare denaro nel centro spese abbonamenti, manualmente o tramite trasferimenti automatici. Ad esempio, è possibile attivare un’opzione che permetta di trasferire ricariche automatiche una volta che i fondi a disposizione siano inferiori di una determinata somma o li riaddebitino ogni mese in una data prestabilita. Questo approccio consentirà di effettuare tutte le transazioni necessarie, riducendo al minimo il rischio di fondi insufficienti per effettuare un acquisto, così come spese oltre il budget o non preventivate.
  3. Creare e assegnare carte fisiche o virtuali (le carte virtuali sono più semplici da assegnare ai lavoratori in Smart working e riducono il rischio che queste vengano perse o sottratte). C’è anche la possibilità di creare carte non nominative, identificate da una parola, un numero o un codice invece che dal nome di un assegnatario specifico. Le carte non nominative sono facili da riassegnare a persone diverse nel momento in cui l’assegnatario iniziale lasci l’azienda, il che riduce al minimo il rischio che una carta sia assegnata ad un dipendente che non fa più parte del team.
  4. Collegare le carte virtuali e fisiche al centro spese abbonamenti sulla web console Soldo.
  5. Assegnare le carte per scopi specifici e abbonamenti software per un ulteriore livello di controllo e visibilità. Ad esempio, le carte possono essere create esclusivamente per piattaforme quali Salesforce e Oracle. Ciò rende più facile per i team finanziari identificare quanto viene speso per i singoli fornitori e aggiungere ricariche automatiche e limiti di spesa in linea con la loro attività prevista.

Come creare wallet riservati dedicati agli abbonamenti

I wallet riservati sono adatti alle aziende più grandi con un approccio più complesso al budget, in particolare quello basato su linee guida dipartimentali. Ad esempio, i budget di reparto possono essere costituiti da una suddivisione delle categorie di spesa, anziché da un valore impostato per tutte le transazioni.

Per attivare più wallet riservati è necessario:

  1. Creare un centro di spesa per il budget complessivo di ogni reparto.
  2. Depositare i fondi manualmente o automaticamente nel centro spese di ciascun dipartimento.
  3. Creare carte virtuali non nominative per ogni reparto e assegnarle al loro wallet principale.
  4. Impostare regole e notifiche di saldo minimo per le carte dedicate agli abbonamenti dipartimentali in modo che vengano ricaricate automaticamente in una data prestabilita o quando i fondi a disposizione siano inferiori a una determinata somma.
  5. Per un controllo e una visibilità maggiori, assegna le carte virtuali non nominative a fornitori specifici e collegale ai centri di spesa dipartimentali.

Assumi il controllo della gestione degli abbonamenti con Soldo

Con la popolarità degli abbonamenti destinata ad aumentare ulteriormente, le aziende devono implementare una strategia di gestione delle sottoscrizioni per controllare la spesa e fornire ai team finanziari l’accesso ai dati in tempo reale.

Grazie alla funzione Abbonamenti disponibile all’interno della piattaforma Soldo, puoi accedere ai pagamenti in tempo reale e tenere traccia di tutti gli abbonamenti e inserzioni online attive tramite una visione centralizzata delle spese, comprese quelle divise per gestore.

La flessibilità di Soldo consente alle aziende, dalle start-up alle grandi imprese, di mettere in atto soluzioni di gestione degli abbonamenti su misura per soddisfare le esigenze del business e per ridurre la burocrazia e l’attrito tra i team finanziari e altri dipartimenti.

Articoli correlati

Soldo Notizie, Gestione Spese, Aggiornamenti di prodotto, Soldo Notizie, Gestione Spese, Gestione Spese, Gestione Spese, Gestione Spese

Come semplificare la gestione degli abbonamenti (Prima parte)

14 Ottobre 2022   |   13 min

CFO using Soldo

Come già illustrato nella prima parte di questa guida, l’utilizzo da parte di un’azienda di servizi in abbonamento (in particolare SaaS, Software as a Service) è ormai sempre più popolare, dal momento che questi strumenti consentono alle aziende di supportare in modo sicuro le loro attività produttive.

Sebbene l’utilizzo di prodotti SaaS apporti numerosi vantaggi nella gestione delle operazioni lavorative, gli aspetti negativi e le problematiche che impattano maggiormente la gestione delle spese legate a tali attività sono la mancanza di controllo e di visibilità.

Approfondiamo dunque il modo in cui i team finanziari possono utilizzare una piattaforma di gestione spese come Soldo per creare diverse tipologie di wallet (ovvero portafogli digitali dedicati alle spese per abbonamenti):

  • un singolo wallet di gestione degli abbonamenti
  • wallet separati dedicati a ciascun abbonamento, secondo i diversi budget dipartimentali

Quest’ultima opzione fornisce un livello di visibilità più granulare, maggiormente adatto ad organizzazioni più grandi o più complesse.

L’applicazione di uno di questi due approcci consente ai dipendenti di completare gli acquisti degli abbonamenti necessari all’attività dell’azienda (ad esempio, sistemi CRM, di contabilità o marketing). Allo stesso tempo, consente ai CFO di ottenere una migliore visibilità su tutte le transazioni effettuate e ottimizzare le spese.

Come creare un singolo wallet per abbonamenti

L’utilizzo di un software di gestione delle spese è un modo efficiente per creare un portafoglio dedicato alla gestione degli abbonamenti, soprattutto nel caso di piccole e medie imprese con strutture più semplici in cui un solo team (ad esempio il reparto IT) gestisce tutti gli abbonamenti aziendali.

Per attivare un wallet per abbonamenti è necessario:

  1. Creare un centro spese abbonamenti all’interno del tuo software di gestione delle spese per creare un fondo dedicato a questo scopo.
  2. Depositare denaro nel centro spese abbonamenti, manualmente o tramite trasferimenti automatici. Ad esempio, è possibile attivare un’opzione che permetta di trasferire ricariche automatiche una volta che i fondi a disposizione siano inferiori di una determinata somma o li riaddebitino ogni mese in una data prestabilita. Questo approccio consentirà di effettuare tutte le transazioni necessarie, riducendo al minimo il rischio di fondi insufficienti per effettuare un acquisto, così come spese oltre il budget o non preventivate.
  3. Creare e assegnare carte fisiche o virtuali (le carte virtuali sono più semplici da assegnare ai lavoratori in Smart working e riducono il rischio che queste vengano perse o sottratte). C’è anche la possibilità di creare carte non nominative, identificate da una parola, un numero o un codice invece che dal nome di un assegnatario specifico. Le carte non nominative sono facili da riassegnare a persone diverse nel momento in cui l’assegnatario iniziale lasci l’azienda, il che riduce al minimo il rischio che una carta sia assegnata ad un dipendente che non fa più parte del team.
  4. Collegare le carte virtuali e fisiche al centro spese abbonamenti sulla web console Soldo.
  5. Assegnare le carte per scopi specifici e abbonamenti software per un ulteriore livello di controllo e visibilità. Ad esempio, le carte possono essere create esclusivamente per piattaforme quali Salesforce e Oracle. Ciò rende più facile per i team finanziari identificare quanto viene speso per i singoli fornitori e aggiungere ricariche automatiche e limiti di spesa in linea con la loro attività prevista.

Come creare wallet riservati dedicati agli abbonamenti

I wallet riservati sono adatti alle aziende più grandi con un approccio più complesso al budget, in particolare quello basato su linee guida dipartimentali. Ad esempio, i budget di reparto possono essere costituiti da una suddivisione delle categorie di spesa, anziché da un valore impostato per tutte le transazioni.

Per attivare più wallet riservati è necessario:

  1. Creare un centro di spesa per il budget complessivo di ogni reparto.
  2. Depositare i fondi manualmente o automaticamente nel centro spese di ciascun dipartimento.
  3. Creare carte virtuali non nominative per ogni reparto e assegnarle al loro wallet principale.
  4. Impostare regole e notifiche di saldo minimo per le carte dedicate agli abbonamenti dipartimentali in modo che vengano ricaricate automaticamente in una data prestabilita o quando i fondi a disposizione siano inferiori a una determinata somma.
  5. Per un controllo e una visibilità maggiori, assegna le carte virtuali non nominative a fornitori specifici e collegale ai centri di spesa dipartimentali.

Assumi il controllo della gestione degli abbonamenti con Soldo

Con la popolarità degli abbonamenti destinata ad aumentare ulteriormente, le aziende devono implementare una strategia di gestione delle sottoscrizioni per controllare la spesa e fornire ai team finanziari l’accesso ai dati in tempo reale.

Grazie alla funzione Abbonamenti disponibile all’interno della piattaforma Soldo, puoi accedere ai pagamenti in tempo reale e tenere traccia di tutti gli abbonamenti e inserzioni online attive tramite una visione centralizzata delle spese, comprese quelle divise per gestore.

La flessibilità di Soldo consente alle aziende, dalle start-up alle grandi imprese, di mettere in atto soluzioni di gestione degli abbonamenti su misura per soddisfare le esigenze del business e per ridurre la burocrazia e l’attrito tra i team finanziari e altri dipartimenti.

Articoli correlati

Soldo Notizie, Gestione Spese, Aggiornamenti di prodotto, Soldo Notizie, Gestione Spese, Gestione Spese, Gestione Spese, Gestione Spese, Gestione Spese

Strumenti di pagamento innovativi: i Digital Wallets

10 Ottobre 2022   |   13 min

CFO using Soldo

Come già illustrato nella prima parte di questa guida, l’utilizzo da parte di un’azienda di servizi in abbonamento (in particolare SaaS, Software as a Service) è ormai sempre più popolare, dal momento che questi strumenti consentono alle aziende di supportare in modo sicuro le loro attività produttive.

Sebbene l’utilizzo di prodotti SaaS apporti numerosi vantaggi nella gestione delle operazioni lavorative, gli aspetti negativi e le problematiche che impattano maggiormente la gestione delle spese legate a tali attività sono la mancanza di controllo e di visibilità.

Approfondiamo dunque il modo in cui i team finanziari possono utilizzare una piattaforma di gestione spese come Soldo per creare diverse tipologie di wallet (ovvero portafogli digitali dedicati alle spese per abbonamenti):

  • un singolo wallet di gestione degli abbonamenti
  • wallet separati dedicati a ciascun abbonamento, secondo i diversi budget dipartimentali

Quest’ultima opzione fornisce un livello di visibilità più granulare, maggiormente adatto ad organizzazioni più grandi o più complesse.

L’applicazione di uno di questi due approcci consente ai dipendenti di completare gli acquisti degli abbonamenti necessari all’attività dell’azienda (ad esempio, sistemi CRM, di contabilità o marketing). Allo stesso tempo, consente ai CFO di ottenere una migliore visibilità su tutte le transazioni effettuate e ottimizzare le spese.

Come creare un singolo wallet per abbonamenti

L’utilizzo di un software di gestione delle spese è un modo efficiente per creare un portafoglio dedicato alla gestione degli abbonamenti, soprattutto nel caso di piccole e medie imprese con strutture più semplici in cui un solo team (ad esempio il reparto IT) gestisce tutti gli abbonamenti aziendali.

Per attivare un wallet per abbonamenti è necessario:

  1. Creare un centro spese abbonamenti all’interno del tuo software di gestione delle spese per creare un fondo dedicato a questo scopo.
  2. Depositare denaro nel centro spese abbonamenti, manualmente o tramite trasferimenti automatici. Ad esempio, è possibile attivare un’opzione che permetta di trasferire ricariche automatiche una volta che i fondi a disposizione siano inferiori di una determinata somma o li riaddebitino ogni mese in una data prestabilita. Questo approccio consentirà di effettuare tutte le transazioni necessarie, riducendo al minimo il rischio di fondi insufficienti per effettuare un acquisto, così come spese oltre il budget o non preventivate.
  3. Creare e assegnare carte fisiche o virtuali (le carte virtuali sono più semplici da assegnare ai lavoratori in Smart working e riducono il rischio che queste vengano perse o sottratte). C’è anche la possibilità di creare carte non nominative, identificate da una parola, un numero o un codice invece che dal nome di un assegnatario specifico. Le carte non nominative sono facili da riassegnare a persone diverse nel momento in cui l’assegnatario iniziale lasci l’azienda, il che riduce al minimo il rischio che una carta sia assegnata ad un dipendente che non fa più parte del team.
  4. Collegare le carte virtuali e fisiche al centro spese abbonamenti sulla web console Soldo.
  5. Assegnare le carte per scopi specifici e abbonamenti software per un ulteriore livello di controllo e visibilità. Ad esempio, le carte possono essere create esclusivamente per piattaforme quali Salesforce e Oracle. Ciò rende più facile per i team finanziari identificare quanto viene speso per i singoli fornitori e aggiungere ricariche automatiche e limiti di spesa in linea con la loro attività prevista.

Come creare wallet riservati dedicati agli abbonamenti

I wallet riservati sono adatti alle aziende più grandi con un approccio più complesso al budget, in particolare quello basato su linee guida dipartimentali. Ad esempio, i budget di reparto possono essere costituiti da una suddivisione delle categorie di spesa, anziché da un valore impostato per tutte le transazioni.

Per attivare più wallet riservati è necessario:

  1. Creare un centro di spesa per il budget complessivo di ogni reparto.
  2. Depositare i fondi manualmente o automaticamente nel centro spese di ciascun dipartimento.
  3. Creare carte virtuali non nominative per ogni reparto e assegnarle al loro wallet principale.
  4. Impostare regole e notifiche di saldo minimo per le carte dedicate agli abbonamenti dipartimentali in modo che vengano ricaricate automaticamente in una data prestabilita o quando i fondi a disposizione siano inferiori a una determinata somma.
  5. Per un controllo e una visibilità maggiori, assegna le carte virtuali non nominative a fornitori specifici e collegale ai centri di spesa dipartimentali.

Assumi il controllo della gestione degli abbonamenti con Soldo

Con la popolarità degli abbonamenti destinata ad aumentare ulteriormente, le aziende devono implementare una strategia di gestione delle sottoscrizioni per controllare la spesa e fornire ai team finanziari l’accesso ai dati in tempo reale.

Grazie alla funzione Abbonamenti disponibile all’interno della piattaforma Soldo, puoi accedere ai pagamenti in tempo reale e tenere traccia di tutti gli abbonamenti e inserzioni online attive tramite una visione centralizzata delle spese, comprese quelle divise per gestore.

La flessibilità di Soldo consente alle aziende, dalle start-up alle grandi imprese, di mettere in atto soluzioni di gestione degli abbonamenti su misura per soddisfare le esigenze del business e per ridurre la burocrazia e l’attrito tra i team finanziari e altri dipartimenti.

Articoli correlati

Soldo Notizie, Gestione Spese, Aggiornamenti di prodotto, Soldo Notizie, Gestione Spese, Gestione Spese, Gestione Spese, Gestione Spese, Gestione Spese, Aggiornamenti di prodotto

5 nuove funzionalità per gestire end-to-end tutte le spese e i tuoi report 

6 Ottobre 2022   |   13 min
woman on laptop

Questa nuova suite di funzionalità nasce per aiutarti a supervisionare meglio le tue spese e risparmiare ancora più tempo.

Potrai gestire e tenere traccia delle spese effettuate anche fuori dalla piattaforma, impostare limiti e massimali, dividere le singole transazioni, classificarle e scaricare report completi.

Le procedure manuali non funzionano: perché?

Come noto, molte aziende gestiscono le spese ancora in modo manuale, con i dipendenti che prima anticipano le spese di tasca propria, poi compilano fogli di calcolo e infine inviano le ricevute a fine mese. Un processo lento e tipicamente contraddistinto da una serie di problemi.

Errori umani – Inserendo le informazioni manualmente, gli errori aumentano: categorie sbagliate, refusi negli importi, aliquote IVA scorrette.

Ritardi nell’invio – I dipendenti tendono a procrastinare la compilazione delle note spese e obbligano i reparti amministrativi a continui solleciti per avere il quadro completo di ogni singola nota spese.

Incoerenze – La compilazione individuale e manuale non facilita il controllo del rispetto delle policy, sia per i manager approvatori sia per il reparto amministrativo.

Mancanza di trasparenza – Tutto questo si traduce nell’impossibilità per i CFO di avere piena visibilità della spesa in tutta l’azienda.

Le nostre nuove funzionalità per la gestione delle spese

Ecco in breve cinque novità per risparmiare tempo e fatica, con la flessibilità di gestione di cui hai bisogno.

1. Inserisci le spese anticipate dai dipendenti  

Può capitare che i dipendenti facciano acquisti in contanti o con la loro carta personale, quando ad esempio si trovano impossibilitati ad usare la carta aziendale (taxi, mezzi pubblici, POS non funzionanti, etc.). In questi casi coordinare i diversi tipi di pagamento e gestirli su piattaforme diverse può diventare veramente complesso.

Controlla tutte le spese da un’unica piattaforma

Puoi registrare le spese effettuate con una carta Soldo ma anche con altri metodi di pagamento. Ciò significa che puoi monitorare e gestire le tue spese aziendali in un unico posto.

2. Facilita il rispetto delle policy aziendali 

Le policy di spesa determinano categorie e massimali consentiti. Averle incluse in piattaforma consente ai dipendenti di risparmiare tempo (non c’è bisogno di andare alla ricerca di informazioni) e garantisce un approccio equo e coerente tra gli individui e tra i diversi team o dipartimenti. Affidarsi a processi manuali può rendere difficile ai manager trovare e seguire le regole concordate.

Crea profili di spesa allineati alla policy

Puoi impostare profili che seguono i limiti di spesa e altre eventuali restrizioni. Evidenzia istantaneamente le transazioni non in linea con le regole aziendali e scarica report dedicati alle transazioni fuori policy.

screenshot of spending allowances screen in app

3. Gestisci le tue spese in modo flessibile

Le spese non sono sempre individuali e a volte i dipendenti si trovano a coprire i costi per altre persone. Ad esempio, un pranzo o un viaggio pagato da un collega per un gruppo. Nei processi manuali la gestione delle transazioni in cui l’importo totale non può essere attribuito a un singolo dipendente risulta decisamente complessa.

Dividi le transazioni per una reportistica più accurata

Puoi suddividere transazioni uniche in più transazioni, in modo che un singolo importo possa venire diviso in quote e attribuito a persone diverse. Ciò garantisce che chi ha pagato per tutti non superi i limiti di spesa e che il reparto amministrativo abbia sempre informazioni accurate.

4. Tieni d’occhio le spese con una panoramica corretta e completa

Nel caso di acquisti effettuati con contanti o carte personali, i processi manuali non permettono di classificare facilmente le spese tra aziendali e personali o di suddividerle in categorie.

Categorizza automaticamente le spese per una visione più accurata

Gli amministratori possono creare regole personalizzate che consentono agli utenti di classificare le proprie spese in base alla categoria merceologica o di indicarle come aziendali o personali.

screenshot of approval/validation feature in app

5. Togliti il pensiero dei rimborsi

A ogni spesa segue un rimborso. Ma con le procedure manuali l’intervallo tra la spesa, l’invio della nota spese e il rimborso può essere lungo, cosa che può mettere a dura prova l’umore e le finanze personali dei dipendenti.

Crea report e rimborsa i dipendenti in tempo utile

Puoi creare facilmente i report dei rimborsi dovuti ai dipendenti, in modo da velocizzare i pagamenti. Gli amministratori possono anche eseguire report ad hoc per evidenziare le spese fuori policy, in modo da sapere subito cosa debba essere accreditato.

Gestisci tutte le spese della tua azienda in un’unica piattaforma

Le nostre nuove funzionalità semplificano la revisione e il monitoraggio di tutte le spese aziendali.

Gestisci le spese anticipate dai dipendenti, imposta i profili delle policy di spesa e suddividi e categorizza facilmente le transazioni per una reportistica più accurata: il tutto da un’unica piattaforma.

Consulta i nostri piani e scopri quello adatto a te.

Vuoi cominciare subito?

Accedi alla tua console web e avvia la configurazione cliccando su “Revisione spese”.

Inizia ora

Articoli correlati

Soldo Notizie, Gestione Spese, Aggiornamenti di prodotto, Soldo Notizie, Gestione Spese, Gestione Spese, Gestione Spese, Gestione Spese, Gestione Spese, Aggiornamenti di prodotto, Gestione Spese

La tesoreria digitale per le imprese

5 Settembre 2022   |   13 min

CFO using Soldo

Come già illustrato nella prima parte di questa guida, l’utilizzo da parte di un’azienda di servizi in abbonamento (in particolare SaaS, Software as a Service) è ormai sempre più popolare, dal momento che questi strumenti consentono alle aziende di supportare in modo sicuro le loro attività produttive.

Sebbene l’utilizzo di prodotti SaaS apporti numerosi vantaggi nella gestione delle operazioni lavorative, gli aspetti negativi e le problematiche che impattano maggiormente la gestione delle spese legate a tali attività sono la mancanza di controllo e di visibilità.

Approfondiamo dunque il modo in cui i team finanziari possono utilizzare una piattaforma di gestione spese come Soldo per creare diverse tipologie di wallet (ovvero portafogli digitali dedicati alle spese per abbonamenti):

  • un singolo wallet di gestione degli abbonamenti
  • wallet separati dedicati a ciascun abbonamento, secondo i diversi budget dipartimentali

Quest’ultima opzione fornisce un livello di visibilità più granulare, maggiormente adatto ad organizzazioni più grandi o più complesse.

L’applicazione di uno di questi due approcci consente ai dipendenti di completare gli acquisti degli abbonamenti necessari all’attività dell’azienda (ad esempio, sistemi CRM, di contabilità o marketing). Allo stesso tempo, consente ai CFO di ottenere una migliore visibilità su tutte le transazioni effettuate e ottimizzare le spese.

Come creare un singolo wallet per abbonamenti

L’utilizzo di un software di gestione delle spese è un modo efficiente per creare un portafoglio dedicato alla gestione degli abbonamenti, soprattutto nel caso di piccole e medie imprese con strutture più semplici in cui un solo team (ad esempio il reparto IT) gestisce tutti gli abbonamenti aziendali.

Per attivare un wallet per abbonamenti è necessario:

  1. Creare un centro spese abbonamenti all’interno del tuo software di gestione delle spese per creare un fondo dedicato a questo scopo.
  2. Depositare denaro nel centro spese abbonamenti, manualmente o tramite trasferimenti automatici. Ad esempio, è possibile attivare un’opzione che permetta di trasferire ricariche automatiche una volta che i fondi a disposizione siano inferiori di una determinata somma o li riaddebitino ogni mese in una data prestabilita. Questo approccio consentirà di effettuare tutte le transazioni necessarie, riducendo al minimo il rischio di fondi insufficienti per effettuare un acquisto, così come spese oltre il budget o non preventivate.
  3. Creare e assegnare carte fisiche o virtuali (le carte virtuali sono più semplici da assegnare ai lavoratori in Smart working e riducono il rischio che queste vengano perse o sottratte). C’è anche la possibilità di creare carte non nominative, identificate da una parola, un numero o un codice invece che dal nome di un assegnatario specifico. Le carte non nominative sono facili da riassegnare a persone diverse nel momento in cui l’assegnatario iniziale lasci l’azienda, il che riduce al minimo il rischio che una carta sia assegnata ad un dipendente che non fa più parte del team.
  4. Collegare le carte virtuali e fisiche al centro spese abbonamenti sulla web console Soldo.
  5. Assegnare le carte per scopi specifici e abbonamenti software per un ulteriore livello di controllo e visibilità. Ad esempio, le carte possono essere create esclusivamente per piattaforme quali Salesforce e Oracle. Ciò rende più facile per i team finanziari identificare quanto viene speso per i singoli fornitori e aggiungere ricariche automatiche e limiti di spesa in linea con la loro attività prevista.

Come creare wallet riservati dedicati agli abbonamenti

I wallet riservati sono adatti alle aziende più grandi con un approccio più complesso al budget, in particolare quello basato su linee guida dipartimentali. Ad esempio, i budget di reparto possono essere costituiti da una suddivisione delle categorie di spesa, anziché da un valore impostato per tutte le transazioni.

Per attivare più wallet riservati è necessario:

  1. Creare un centro di spesa per il budget complessivo di ogni reparto.
  2. Depositare i fondi manualmente o automaticamente nel centro spese di ciascun dipartimento.
  3. Creare carte virtuali non nominative per ogni reparto e assegnarle al loro wallet principale.
  4. Impostare regole e notifiche di saldo minimo per le carte dedicate agli abbonamenti dipartimentali in modo che vengano ricaricate automaticamente in una data prestabilita o quando i fondi a disposizione siano inferiori a una determinata somma.
  5. Per un controllo e una visibilità maggiori, assegna le carte virtuali non nominative a fornitori specifici e collegale ai centri di spesa dipartimentali.

Assumi il controllo della gestione degli abbonamenti con Soldo

Con la popolarità degli abbonamenti destinata ad aumentare ulteriormente, le aziende devono implementare una strategia di gestione delle sottoscrizioni per controllare la spesa e fornire ai team finanziari l’accesso ai dati in tempo reale.

Grazie alla funzione Abbonamenti disponibile all’interno della piattaforma Soldo, puoi accedere ai pagamenti in tempo reale e tenere traccia di tutti gli abbonamenti e inserzioni online attive tramite una visione centralizzata delle spese, comprese quelle divise per gestore.

La flessibilità di Soldo consente alle aziende, dalle start-up alle grandi imprese, di mettere in atto soluzioni di gestione degli abbonamenti su misura per soddisfare le esigenze del business e per ridurre la burocrazia e l’attrito tra i team finanziari e altri dipartimenti.

Articoli correlati