Gestione Spese

Aumento del costo della vita: qual è l’impatto sulle aziende di piccole e grandi dimensioni?

16 Gennaio 2023   |   10 Minuti di lettura

Con la vita tornata a un certo grado di normalità nell’attuale fase di resilienza post-pandemica, i CFO di tutto il mondo sono finalmente pronti a guardare al futuro con ottimismo. Ma negli affari, come nella vita, l’unica certezza è l’incertezza.

L’impatto inflazionistico della pandemia e della guerra in Ucraina ha conquistato i titoli di tutti i giornali: l’inflazione in Italia è balzata all’11,6% a dicembre 2022, il dato più alto dal 1985. Ma c’è da fare i conti anche con l’interruzione della catena di approvvigionamento, la contrazione del mercato del lavoro e la crisi energetica che ha un notevole impatto sul potere di acquisto. E nonostante si preveda che entro il 2024 la crescita economica riacquisterà progressivamente slancio, con una media dell’1,6% nell’UE e dell’1,5% nella zona euro, il risultato è l’attuale aumento del costo della vita.

Fortunatamente, ci sono dei rimedi da adottare per mitigare la crisi: difficile, ma non impossibile.

Aziende e costo della vita: come controllare l’incontrollabile

Il crescente costo della vita non impatta soltanto i consumatori: start-up e PMI, così come le grandi imprese, sono ancora alle prese con le conseguenze dei quasi due anni di stop imposto dalla pandemia e si ritrovano adesso anche a fare i conti con picchi d’inflazione sempre più alti e caro bollette per energia e carburante. Quali sono allora le soluzioni da adottare per affrontare la crisi e in che modo i reparti finanziari possono gestire l’incertezza di questo momento storico?

Implementare una buona strategia volta ad un controllo più granulare delle spese aziendali, previsioni di budget più accurate e la fidelizzazione dei propri dipendenti potrebbe non solo aiutare le aziende a destreggiarsi in un momento difficile, ma persino portare ad una crescita nel lungo termine.

CFO e reparti finanziari: oggi più importanti che mai

Man mano che la pressione sui prezzi cresce e i problemi della catena di approvvigionamento aumentano, i CEO necessitano sempre più di reparti finanziari con CFO capaci e coraggiosi.

Misure come il rebudgeting richiedono una totale comprensione delle infinite sfumature dello scenario commerciale attuale. Essendo lo scenario complesso e in costante mutamento, la soluzione più immediata si conferma l’azione interna: proprio internamente all’azienda è possibile individuare degli aspetti controllabili su cui cominciare immediatamente a lavorare.

La spesa aziendale, ad esempio, costituisce un terreno su cui è semplice lavorare in ottica di risparmio.

Il problema è che in tempi di recessione le uscite, soprattutto se modeste, numerose e continue, vanno a sommarsi fino a costituire una grande massa critica. L’introduzione della giusta tecnologia di automazione può semplificare la gestione delle spese e far risparmiare denaro e ore di lavoro.

Ma quali sono alcune delle mosse fortemente strategiche che i CFO e i team finanziari possono intraprendere per mitigare l’impatto del costo della vita sulla propria azienda?

1. Lavorare a stretto contatto con i fornitori:

Sandeep Dasgupta, Head of Finance di M&S Food, uno dei principali rivenditori del Regno Unito, ha osservato che la pressione sui costi è in gran parte causata da problemi legati alla catena di approvvigionamento. Una misura che M&S ha messo in atto sono i piani aziendali congiunti con i fornitori (in particolare i più piccoli). “Potrebbero aver bisogno di sostegno nel breve termine, ma poi si lavora insieme per guidare un rialzo e una strategia di crescita a lungo termine per entrambe le parti”.

2. Osservare le abitudini dei consumatori e adattarsi:

Durante i momenti di turbolenza economica, fare previsioni si rivela un compito più complicato del solito. Tuttavia, alcuni segnali ci sono, se si presta attenzione. Nel caso di una catena di supermercati, ad esempio, Dasgupta ha notato che l’aumento delle vendite di piatti pronti suggerisce che la gente tende a frequentare meno spesso i ristoranti ed è dunque alla ricerca di soluzioni alternative.

3. Anticipare le spese non è più sostenibile:

Una pratica ancora in uso da parte di molte aziende è quella di richiedere ai propri dipendenti di anticipare le spese utilizzando la propria carta di credito personale per poi richiedere un rimborso a fine mese.

Con il costo della vita sempre più alto e la difficoltà nel tracciare ogni singola spesa effettuata per conto dell’azienda, questa pratica è diventata ormai insostenibile: i lavoratori non possono essere costretti ad anticipare denaro, compilare note spese e attendere un rimborso, o magari ritrovarsi a superare il plafond della propria carta di credito per pagare spese aziendali e attendere il ripristino della disponibilità di credito per le quelle personali.

Una piattaforma automatizzata di gestione spese come Soldo aiuta a eliminare il problema degli anticipi di denaro e fornisce un’alternativa ideale ai vecchi fondi cassa in contanti grazie a un sistema integrato composto da:

  • Carte di pagamento, che consentono a dipendenti e team di effettuare pagamenti con i fondi aziendali, in negozio e online, per spese di trasferta, pubblicità online o acquisti IT, garantendoti il massimo controllo.
  • Dashboard intuitiva, che ti permette di accedere e visualizzare i dati delle transazioni, impostare i budget e gestire la spesa a livello aziendale da qualsiasi dispositivo.
  • App mobile, che permette ai membri del team di ricevere una notifica non appena effettuano un acquisto, in modo che possano caricare la ricevuta. La app permette inoltre di controllare il saldo sulla loro carta, disabilitare la carta in caso di smarrimento e ordina una carta sostitutiva con un clic.

4. Rafforzare il controllo sulle spese:

Il controllo è sempre un fattore critico, ma in tempi di recessione assume un’importanza cruciale. E purtroppo è la congiuntura economica stessa a far aumentare i rischi, soprattutto quando una pressione economica maggiore accresce il potenziale di frode.

Implementare soluzioni automatizzate che consentono di monitorare in tempo reale tutte le spese aziendali può aiutare le aziende ad eliminare il rischio di frode, oltre che a garantire una visibilità completa sulle uscite. Con Soldo, puoi:

Adottare una piattaforma automatizzata per la gestione delle spese aziendali è il primo passo verso un maggiore controllo del modo in cui i fondi aziendali vengono impiegati, una pratica che oggi più che mai può aiutare le aziende a destreggiarsi al meglio in un periodo di incertezza economica e concentrare le proprie risorse su attività a valore aggiunto.

Scegli Soldo, l’innovativa piattaforma di gestione spese

Inizia oggi ad avere una maggiore visibilità e controllo sulle finanze della tua azienda

Articoli correlati