LOADING

Type to search

Il tramonto del denaro contante

Soldo Team 2 anni ago
Share

Il tramonto del denaro contante

Secondo una ricerca condotta da Mastercard l’utilizzo del contante in Gran Bretagna sta praticamente scomparendo. Lo studio economico ha rilevato che i cittadini britannici hanno in tasca, in media, 5 sterline; per il resto fanno largo uso di carte di credito e bancomat.

La tendenza è ancor più evidente tra i giovani di età compresa tra i 25 e i 34 anni (il 44% di loro viaggia con una cifra compresa tra 1 e 5 £) mentre il 14% dei cittadini del Regno Unito non usa mai il cash.

Anche il portafogli scomparirà

Una tendenza che porta con sé una conseguenza immediata: anche portafogli e borsellini avranno vita breve tanto più che sono solitamente zeppi di carte, biglietti e business card inutili che raramente ci prendiamo la briga di buttar via. Portare con sé solo una carta di credito, o lo smartphone abilitato ad attuare transazioni economiche, non solo rende i nostri pagamenti più rapidi e sicuri ma ci libera anche da una zavorra pesante e inutile.
Insomma sempre più cittadini britannici usano solo una manciata di monete, o al massimo una banconota di piccolo taglio, giusto quanto serve per comprare un biglietto del metrò o un boccale di birra. Il 43 per cento degli intervistati spiega di avere cambiato abitudini da due anni a questa parte anche grazie all’introduzione del sistema di pagamento contactless accettato dalla maggioranza degli esercizi commerciali.

Transazioni digitali in continuo aumento

La maggior parte dei pagamenti vengono ormai effettuati attraverso le carte bancomat o di credito con le quali nel Regno Unito è possibile pagare anche somme minime senza che questo provochi malumori o discussioni. Le transazioni elettroniche di là dalla Manica sono cresciute del 10% ogni anno dal 2013, totalizzando – nel 2015 – la cifra record di 17 miliardi di movimenti.

Ci troviamo nel bel mezzo di una rivoluzione” afferma Mark Barnett, Presidente di Mastercard UK e Irlanda. Una rivoluzione che rende la Gran Bretagna uno dei Paesi con la più alta percentuale di transazioni economiche di denaro e la media più bassa di pagamenti in nero. Sono ancora una volta i più giovani a essere certi dell’estinzione totale del contante in un futuro molto prossimo (32%).

Anche in Italia sempre più acquisti elettronici

L’Italia segue l’esempio britannico anche se più timidamente. Quest’anno si è registrato l’aumento, rispetto all’anno precedente, del 12% nell’uso dei bancomat e del 5% delle carte di credito. Insomma sempre meno contante anche da noi. In più, secondo l’ultimo aggiornamento dell’Osservatorio Mobile Payment & Commerce del Politecnico di Milano alla fine del 2016, l’ammontare dei pagamenti in modalità new digital (online o via mobile) arriverà a quota 26 miliardi (dai 21,5 dello scorso anno). Questo significa che nel Belpaese la rivoluzione dell’e-commerce, delle app dedicate, delle transazioni via smartphone, della tecnologia contactless e Pos sta facendo passi da gigante, anche se – prima che diventi un fenomeno di massa – bisogna attendere ancora qualche anno visto che la percentuale delle transazioni cashless (senza contante) oggi si attesta sul 20% del totale.

Tutti gli osservatori più autorevoli però sono d’accordo: nell’arco di un decennio la moneta elettronica scalzerà il contante. Insomma la smaterializzazione del denaro è ormai un dato di fatto incontrovertibile.

Tags: